“Forse eravamo dei piccoli sovversivi, Betsy, ma avevamo doti che mancano ai giovani professionisti di oggi. Sapevamo improvvisare e non avevamo bisogno di un gigantesco apparato.”

Il ripetente è quello che non ti ascolta. Tu parli ma lui gioca col cellulare. Scrive sui banchi. Tiene la testa dentro il cappuccio. Mangia durante la lezione. Sta sempre in bagno. Se resta in aula è peggio…